Avviato il laboratorio di rigenerazione urbana


(VUnews) PERUGIA 23 febbraio ‘21 – Misurare i progressi compiuti in materia di sviluppo sostenibile tramite indicatori affidabili per fornire, da un lato, strumenti di valutazione dell’efficacia delle politiche regionali e, dall’altro, di partecipazione attiva della cittadinanza.

 a

E’ quanto si propone il “Laboratorio di rigenerazione urbana” avviato stamani, incentrato sullo sviluppo di prototipi di misurazione dell’impatto sociale dei progetti di Agenda urbana, con particolare attenzione al tema della rigenerazione urbana. Il laboratorio, della durata di 20 ore, prevede incontri mensili fino al prossimo dicembre. L’azione formativa, partita oggi, in materia di riqualificazione del territorio segue di pochi giorni il “Laboratorio assistenza domiciliare adulti” in ambito socio-sanitario, iniziato il 9 febbraio scorso.

 a

Entrambi i laboratori, erogati in modalità digitale, si inseriscono all’interno del progetto “Scuola di Innovazione Sociale” promosso da Regione Umbria e Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica in collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata” e Open Impact, spin off della ricerca.

 a

“Il progetto ‘Scuola di innovazione sociale’, giunto ormai al secondo anno – spiega l’Amministratore Unico Marco Magarini Montenero - prevede tre azioni, coordinate dal Servizio regionale della Programmazione della rete dei servizi sociali, integrazione sociosanitaria. Economia sociale e terzo settore della Regione Umbria, e realizzate dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. Il progetto costituisce un intervento di carattere trasversale a supporto dell’azione di sistema che, attraverso la formazione, Regione Umbria sta promuovendo sul territorio per riformare il modello di welfare locale e dare risposte sempre più tempestive ai bisogni della comunità umbra”.   

 a

Le tre azioni, in cui si articola il progetto, riguardano gli “Interventi di accompagnamento ai processi di innovazione sociale” condotti con Professori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ed esperti del Terzo settore, la “Definizione di un metodo di valutazione di impatto di progetti e azioni innovative di welfare territoriale”, sviluppato con gli esperti dell’Università di Tor Vergata, e l’azione “Ridefinizione e riqualificazione dei modelli di intervento nelle politiche sociali attraverso il service design” portata avanti con il team di esperti del Politecnico di Milano - Dipartimento di Design. Referenti del progetto: Anna Lisa Lelli per Regione Umbria e Cristina Strappaghetti per Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica.

 a

La realizzazione della “Scuola di innovazione sociale” è una delle azioni previste dal documento “Aree tematiche e settori rilevanti per la procedura regionale relativa all’attuazione delle misure previste dal POR FSE Asse inclusione sociale e lotta alla povertà e anche in relazione al POR FESR 2014-2020 ASSE 3 Competitività delle PMI RA 3.7 Obiettivo specifico Diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale”, approvato con deliberazione della Giunta della Regione Umbria numero 1151 del 9 ottobre 2017.

a

Chiara Ceccarelli

Consorzio "Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica" Villa Umbra
Loc. Pila 06132 Perugia tel. 075-515971 - fax 075-5159785 - info@villaumbra.gov.it
Azienda certificata UNI EN ISO 9001:2015 E ISO 21001:2018
P.IVA 03144320540 - C.FISC.94126280547
Mail PEC:  suapvillaumbra@pec.it